Dove vendere oggetti antichi

Vendere oggetti antichi e di valore è un’attività che va compiuta con attenzione, sia per rispettare le normative, sia per tutelarsi da eventuali tentativi di truffa. Vediamo dove vendere gli oggetti antichi.

Aste e antiquari

Rivolgersi a un antiquario è una delle soluzioni più sicure, poiché si va a trattare con un esperto del settore, il quale darà all’oggetto una valutazione veritiera. Il risvolto negativo è costituito dal fatto che l’antiquario è un professionista, quindi le commissioni previste in caso di vendita dell’oggetto sono generalmente alte. Gli antiquari propongono nella maggior parte dei casi due possibilità: acquistare direttamente l’oggetto, pagando subito il proprietario a seconda della valutazione; esporre l’articolo all’interno del negozio e applicare una commissione sul prezzo stabilito in caso di vendita. Altro luogo ideale dove vendere oggetti antichi è l’asta, sistema che offre un elevato grado di affidabilità. L’asta presenta un forte rischio sul prezzo di vendita e non concede al titolare la facoltà di rifiutarsi di cedere il pezzo una volta conclusa l’operazione. L’oggetto, di conseguenza, può essere venduto a un prezzo superiore al proprio valore, così come può rimanere invenduto oppure aggiudicato a una cifra più bassa rispetto alle aspettative.

Internet e i mercatini

Vi sono diversi siti internet specializzati in materia che svolgono un lavoro del tutto simile a quello degli antiquari. Spesso e volentieri si possono ottenere eccellenti valutazioni e pagamenti rapidi. Il lato negativo è rappresentato dalla poca serietà di alcune aziende, quindi prima di accordarsi con un determinato sito è bene procedere a delle verifiche. Vi sono, infine, i mercatini, i quali permettono di esporre i propri oggetti da vendere. Si tratta di un metodo valido, ma certamente sconsigliato se si intende proporre oggetti di alto valore.