L’età di mezzo o periodo buio, così viene definito il Medioevo, periodo storico che va dal V secolo al XV secolo, dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente alla scoperta dell’America, tante anzi una moltitudine di oggetti, complementi d’arredo, manufatti e statue sono state realizzate e arrivate sino ai giorni nostri, oggi ci soffermeremo sulle statue medievali.

Che cos’è il Medioevo

Spesso pensando ai dieci secoli di storia racchiusi nella parola Medioevo, pensando all’arte e in particolar modo alle statue e sculture di quest’epoca la prima cosa che ci viene in mente sono rappresentazioni di antichi cavalieri con armatura e cavallo, l’arte medievale non è solo questo.
Umberto Eco ha sintetizzato questo periodo così: “Il Medioevo inventa tutte le cose con cui stiamo ancora facendo i conti, le banche e la cambiale, l’organizzazione del latifondo, la struttura dell’amministrazione e della politica comunale, le lotte di classe e il pauperismo, la diatriba tra Stato e Chiesa, l’Università, il terrorismo mistico, il processo indiziario, l’ospedale e il vescovado, persino l’organizzazione turistica: sostituite le Maldive con Gerusalemme e avete tutto, compresa la guida Michelin”.

Dall’anonimato dell’artista agli innominabili

Le opere d’arte realizzate nel corso del Medioevo sono per lo più anonime. A partire dal 1100 la situazione cambia decisamente, con nomi di artisti e scultori che arrivano sino ai giorni nostri come Pisano, Donatello o ancora Giotto.  Delle opere d’arte di questo periodo, solo oggi ne comprendiamo il carattere estetico, in quel periodo storico le opere, sculture o dipinti, venivano considerati meramente oggetti, con una funzionalità e utilità.
L’artista non era considerato artista ma semplicemente un artigiano.
Le statue medievali di questo periodo rappresentavano storie religiose e tra le più imponenti troviamo quelle all’esterno di Duomi e cattedrali importanti.

La scultura medievale oltre i cavalieri

La scultura medievale ha patito vari e gravi danni nei secoli e per questo che ci è giunta per lo più distrutta: statue mancanti di testa o di braccia o fatte a pezzi. Fino al XII secolo le figure sono tristi e rigide, mentre dal XIII secolo in poi gli scultori ritrovano il gusto per gli aspetti terreni della vita. Tra le rappresentazioni delle statue medievali abbiamo figure dei mesi dell’anno, della vita e della morte dell’uomo, delle occupazioni quotidiane.
Se l’arte medievale ti affascina vieni a scoprire le statue e sculture nel nostro show room o contattaci per maggiori informazioni sul nostro catalogo online.