Dalla Gioconda di Leonardo alla notte stellata di Van Gogh molti sono i quadri ad olio antichi di fronte a cui si rimane ammaliati specie per la brillantezza dei loro colori e per la maestria delle pennellate.
Eppure una tela dipinta ad olio non è solo un oggetto da museo, infatti una natura morta potrebbe arricchire una taverna rustica, mentre dei quadri ad olio antichi che fanno del paesaggio il loro punto di forza trovano facile collocazione in ufficio, nella stanza adibita allo svago o magari in camera da letto.

Le caratteristiche dei quadri ad olio antichi

Poiché il colore ad olio asciuga lentamente grazie alla sua composizione per l’appunto oleosa, questa tecnica pittorica permise agli artisti di giocare molto sulle sfumature, lasciando che il colore si fondesse delicatamente con il tono successivo; inoltre, usando sapientemente il medium (un diluente a base di trementina o vernice) si può lavorare stratificando le pennellate, in modo da creare bellissimi effetti di trasparenza, volume e luminosità.

Nel nostro shop online

Lo shop di Antichità la Pieve offre una collezione di quadri ad olio antichi che incontrano tutti i gusti: la maggior parte sono dipinti su tela e raffigurano sia soggetti religiosi, sia scene di vita bucolica; le scuole pittoriche di provenienza sono le più varie, ma spiccano quella lombarda, la scuola veneta e quella fiamminga. Tra i soggetti di matrice religiosa annoveriamo Salomè con la testa del Battista dell’artista seicentesco Alessandro Maganza: la principessa giudaica protagonista della tela tiene per i capelli la testa del martire Giovanni Battista il quale fu colpevole di aver esposto pubblicamente la condotta poco morale del re, reo di adulterio con la madre della bella Salomè.
Anche il pittore veneto Tiziano, famoso per il suo uso particolare del colore rosso, ha preso ispirazione da questo episodio della cultura ebraica e ne ha dato la sua interpretazione nell’omonima tela oggi esposta alla Galleria Dora Pamphilj a Roma.