Gli oggetti antichi in bronzo sono dei manufatti molto preziosi e possono essere pezzi di antiquariato perché un materiale utilizzato per opere di scultura già nel 2000 a.C.

Perché si presta bene a entrambe le situazioni

Il bronzo è una lega composta da rame e stagno e, grazie alla sua lega che gli oggetti antichi realizzati in questo materiale, riescono ad adattarsi in maniera ottimale, sia a realizzazioni per interni che per  esterni. Riesce a comunicare una sensazione di calore legata alla sua colorazione tendenzialmente opaca e che non risulta fredda e distaccata come può accadere con elementi in acciaio o in alluminio o altri ancora in argento.

Il valore di un oggetto antico in bronzo 

Per determinare il valore degli oggetti antichi in bronzo, gli esperti oltre a individuare prima il tipo di oggetto e dunque la sua collocazione storica e paese di provenienza, ne valutano le condizioni di conservazione, le dimensioni e la qualità del materiale e della lega utilizzata. Nelle sculture in bronzo oltre alla firma dell’autore spesso viene impresso il timbro del fonditore che ha realizzato l’opera. Questo elemento, qualora si riesca a ricondurre l’autore alla fonderia che ne abbia curato l’opera, è già un elemento da prendere in considerazione per esprimere un giudizio.

Come si creano gli oggetti in bronzo

È vero, noi parliamo a grandi collezionisti di oggetti antichi in bronzo ma sapete come furono creati all’inizio?
Come prima cosa veniva realizzato il modello in cera in base alla forma che si voleva creare. Il tutto veniva ricoperto con un getto di terra refrattaria e subito dopo l’indurimento della terra veniva posto in forno per la cottura.
L’alta temperatura causava lo scioglimento della cera e di conseguenza l’indurimento della terra refrattaria.

Il vuoto lasciato dalla cera veniva riempito dal bronzo fuso che assumeva la forma desiderata. Una volta raffreddato si rompeva lo strato di terra e finalmente la scultura in bronzo veniva alla luce.
Tutte le imperfezioni avvenute durante la lavorazione erano sistemate a mano successivamente dall’artista.