Riordinando la soffitta hai trovato un oggetto ancora ben conservato e credi che sia di valore? Benissimo! Ma come scoprire quanto vale veramente? Questo potrebbe rivelarsi più ostico, ma ancora una volta internet viene in nostro aiuto. Uno dei primi passi da fare per avere una stima del valore di ciò che si vuole vendere è quello di ricercare sul web oggetti come il nostro, prestando molta attenzione al periodo storico di appartenenza così come alla corrente artistica e alle sue condizioni; infatti età e stato di conservazione sono due dei fattori principali per definire il prezzo di mercato dell’oggetto.

Gli oggetti hanno una storia: raccontala

Qualsiasi oggetto acquista più valore se ha una storia: pensa a quante semplici magliette vengono vendute a un prezzo da capogiro solo perché sono state indossate per 10 minuti da un attore famoso per quel film che gli è valso l’Oscar.
L’antiquariato non fa di certo eccezione. Se sei interessato alla valutazione oggetti antiquariato, informati sulla storia di quella credenza della nonna che è lì da una vita o di quel portagioie che si dice sia tramandato da generazioni. E poi raccontala.

Parola d’ordine: professionalità

Il valore di un oggetto non è legato solo ai soldi che potremmo ricavarci vendendolo, ma anche dal valore storico, culturale e artistico dell’opera; se stiamo parlando di un dipinto, bisogna chiedersi: “Chi è l’artista? Faceva parte di una certa scuola pittorica?”. È evidente che per rispondere a queste domande sia necessario avere conoscenze approfondite in materia storia dell’arte e antiquariato; perciò è necessario rivolgersi a esperti qualificati o periti d’arte e d’antiquariato.
Noi di Antichità la Pieve compriamo antiquariato, singoli oggetti o intere eredità, offrendo pagamenti immediati per il vostro oggetto. Effettuiamo anche sopralluoghi in tutta Italia oppure valutazioni online. Vuoi una valutazione? Invia una fotografia attraverso il modulo di contatto che trovi sul nostro sito; ti risponderemo in tempi rapidi.