Dal greco marmaros, la parola marmo significa letteralmente “pietra splendente” perché la sua superficie può diventare particolarmente lucente se ben levigata. Lucentezza e brillantezza sono due caratteristiche che rendono un oggetto nobile e attraente; non a caso sono anche le caratteristiche principali delle pietre e dei metalli preziosi come l’oro e l’argento. Le sculture marmoree illuminano l’ambiente in virtù della loro capacità di raccogliere la luce e rifletterla tutt’attorno ad esse; ecco spiegato il motivo per cui molti edifici hanno le facciate, o parte di esse, di questo materiale. Non stiamo scherzando quindi se diciamo che un busto da esterno in marmo può davvero ravvivare il tuo giardino!

Per chi è adatto

Certamente un busto da esterno in marmo d’antiquariato richiede un ambiente elegante e quasi “principesco”: pensiamo che l’oggetto sia davvero adatto a decorare i parchi di ville, hotel di lusso, piccoli castelli privati, dimore storiche o addirittura per centri termali. Il marmo infatti non teme l’umidità e resisterà ai vapori della piscina.
Forse può essere difficile immaginare di inserire un busto da esterno in marmo nel giardino di casa propria, ma non è così! Nel prossimo paragrafo ci sono alcuni suggerimenti per rendere anche la più semplice dimora un po’ aristocratica.

Dove lo metto?

Un busto da esterno in marmo può essere posto sotto il portico, al di sopra di una colonnina o su pilastro per lui appositamente costruito. Può essere collocato anche di fianco all’ingresso di casa rivolto verso gli ospiti.

Se siete in possesso di una coppia di figure, perché non posizionarle ai lati di una ringhiera bassa o, meglio ancora, agli angoli del terrazzo?
Circondatelo di piante: un busto da esterno in marmo può benissimo servire come elemento di stacco tra un vaso di fiori e l’altro o per decorare il muretto della vostra variopinta aiuola.