L’affascinante mondo orientale: il paese del Sol Levante e l’arte dell’antiquariato

L’antiquariato orientale suscita da sempre interesse e curiosità, non solo per gli esperti e collezionisti, anche per chi si avvicina per la prima volta al mondo dell’antiquariato, spesso infatti, lo fa proprio partendo dalle opere orientali per navigare poi, nel vasto e suggestivo mondo dell’antiquariato.

I vasi Giapponesi

Tra i vari oggetti di arte orientale, le ceramiche e porcellane cinesi, giapponesi, coreane e del Medio Oriente, sono un complemento d’arredo diffuso in Europa e in Italia.
Tra le più conosciute, quelle che ci rimandano subito all’arte di antiquariato orientale, sono le porcellane cinesi, «blu e bianche». Gli oggetti prodotti sono generalmente vasi, ciotole, piatti, vassoi o servizi da tè. Questi vengono decorati con motivi floreali, scene di romanzi o uccelli su rami.

La giada intagliata

Nella cultura cinese, più che in quella nipponica, la tecnica di intagliare le pietre come la giada è un’arte assai antica. La cultura della giada durò circa 1.300 anni. Tra le rappresentazioni più diffuse c’è quella del monaco Gautama Buddha.
Statue e sculture raffiguranti un Buddha in casa aiutano ad equilibrare e armonizzare le energie che ostacolano la salute o l’abbondanza. E’ famoso il detto che se una persona gratta la pancia di un Buddha otterrà ricchezza, fortuna e prosperità.

L’arredamento etnico il tuo mobilio evergreen 

Colorati, intagliati e pregiati sono i complementi d’arredo più desiderati, tra i pezzi di antiquariato orientale, si tratta dei mobili etnici. Quante volte entrando in un negozio di arredo orientale ti sei sentito trasportato in un paese dell’Asia? Tra incensi e profumi di fiori colorati, questi complementi di arredo non tramonteranno mai. Spesso rappresentano motivi della tradizione imperiale e scene di battaglie navali o ancora fiori e animali come uccelli, rigorosamente realizzati in manifattura preziosa.
Contattaci se vuoi sapere quanto vale il tuo pezzo d’antiquariato orientale.