Un giardino incantevole con Antichità La Pieve, da noi in vendita fontane antiche

vendita fontane antiche

Avere un giardino non è sempre sinonimo di unicità e bellezza, per rendere il tuo spazio esterno ricco e completo, occorre arredarlo con i giusti complementi. Ecco che la vendita fontane antiche è essenziale per donare al tuo giardino o al tuo spazio esterno il giusto valore.

Le vasche e come utilizzarle

La vendita di una vasca antica è molto semplice perché questa, si presta a più funzioni nel tuo spazio esterno. Possiamo utilizzare una vasca antica, la maggior parte sul mercato sono in marmo, come fioriera o per i più ingegnosi trasformarla in un divanetto, con un bel po’ di ritocchi da fare, noi consigliamo sempre di lasciarla originale e autentica.
Se hai acquistato una vasca dalle dimensioni generose potresti accogliere al suo interno dei pesci e convertirla in un laghetto.

Fontane in marmo e pietra

Una vasca o una vendita fontane antiche, sono pezzi unici e si presentano come elementi di arredo incredibilmente resistenti. Insieme a una statua in marmo, una fontana dello stesso materiale e magari della stessa epoca offriranno armonia e continuità nello spazio. Noi di Antichità La Pieve, acquistiamo e vendiamo le più belle fontane antiche e ti aiutiamo nella conservazione delle stesse.

Fontane in ghisa 

Come per quelle in marmo anche per le fontane d’antiquariato in ghisa, accostata a una statua in bronzo fa il suo effetto. Tra i tipi di vendita fontane antiche potete trovare quelle a parete, a muro o a colonna. Tutte molto resistenti e che potrebbero essere utilizzate come vere e proprie fontane o come elementi di arredo.
Visita il nostro negozio, vieni a trovarci a Sabbio Chiese in provincia di Brescia o contattaci per un consulto telefonico al numero 335.6064771, ti aiuteremo nell’acquisto e nella vendita della tua fontana antica.

Oggettistica antica per la casa e da giardino: quando l’antiquariato sostiene il moderno

Oggettistica antica

È sempre più di moda il riutilizzo e il riuso di oggetti e complementi, i motivi sono diversi, come proteggere l’ambiente, non favorire il consumismo o ridare vita a qualcosa che ha un valore affettivo e porta con sé ricordi ed emozioni. È cosi che l’oggettistica antica viene trasformata in un oggetto di uso non proprio comune. Tra i vari manufatti o articoli da arredo antichi e d’antiquariato ci sono alcuni che si prestano più degli altri a una nuova vita, ve ne presento alcuni per gli interni e per l’arredo esterno.

Fontane e acquari da esterno

L’oggettistica antica come le fontane hanno sempre il loro fascino, così come gli acquari sia da interno che da esterno. In rete circolano moltissime idee per riutilizzare “ball” o tavolini antichi ricavandone degli originalissimi acquari.
I tuoi ospiti rimarranno esterrefatti nell’ammirare un antico oggetto riprendere vita in maniera così armoniosa.

Posate, specchiere e racchette da tennis cos’hanno in comune? Il riciclo

“Vecchie” racchette da tennis diventano splendide cornici e specchiere. Se hai trovato invece in uno scatolone un servizio di argenteria, non integro, ad esempio con soli 12 pezzi, perché non farne un orologio?
Ecco come non si butta via niente e si ridona vita a pezzi antichi. Il riciclo ti donerà nuova energia e ti farà sentire più soddisfatto.

Porte e portoni

Come riutilizzare un’antica porta importante? Elegantissime e imponenti sono un’oggettistica antica che con poche e semplici mosse può trasformarsi in un tavolo o una scrivania “di altri tempi”.
Contattaci e, dopo aver valutato il tuo oggetto o complemento da arredo, ti suggeriremo se vendere il tuo oggetto antico o farne un riuso intelligente, soprattutto con quelli che hanno bisogno di poco restauro.
Grazie a piccole modifiche e accortezze siamo sicuri che incrementerai il valore iniziale del manufatto, scoprendo un nuovo potenziale nel tuo oggetto antico. 

Quando spolverare diventa una passione. Alla ricerca di oggetti antichi di valore

oggetti antichi di valore

Potrebbe sembrare assurdo, a tratti imbarazzante, raccontare alla vicina che mentre toglievi ragnatele e cercavi di districarti tra i vari scatoloni chiusi in cantina o in mansarda hai trovato un tesoro. Eppure non sono rari i casi in cui ci hanno raccontato situazioni del genere. Dunque stop alla pigrizia, tira fuori l’esploratore che è in te e vediamo i tuoi oggetti antichi di valore.

Piccoli articoli antichi di grande valore

Dai francobolli ai “preistorici” tamagotchi, o ancora i dischi e i fumetti questi sono piccoli oggetti che, a volte, sono i più semplici e veloci da cestinare ma possono rivelare un valore inaspettato, come i modellini d’auto o i fumetti di cui ti ho parlato anche qui (art.6). Le monete infine maturano in valore una media del 220% in un periodo di dieci anni, quindi se trovi quella giusta e te la tieni stretta, un giorno potrebbe valere parecchio. Tornando ai fumetti, pensa che la prima edizione di “Le avventure di Tom Sawyer” e “Il mago di Oz” raggiungono un prezzo che va dai 900mila a un milione di dollari.
Tra le figurine, una delle più rare è quella che rappresenta Mickey Mantle, sportivo della Major League che, qualche tempo fa è stata ceduta per 400mila dollari.

Gioielleria, argenteria e non solo

Occhio ai gioielli di design, all’argenteria vintage e ai peluche, soprattutto quelli di Beanie Babies, un cult degli anni Novanta sono davvero oggetti antichi di valore.
Possono avere un valore inestimabile persino gli strumenti musicali del passato, come la vecchia chitarra acustica con corde d’acciaio Martin D-45 battuta all’asta per 400mila dollari.

Grandi oggetti antichi dal grande valore

Sedie, mobili, juke box, computer e grandi opere, che siano sculture o dipinti, alcuni di questi valgono un occhio. I vecchi computer Apple, considerati ormai ingombranti e obsoleti, sono dei veri e propri oggetti antichi di valore che valgono moltissimi soldi. L’Apple I del 1976 ad esempio vale 355mila dollari, mentre Apple II e III, valgono fra i 1.000 e 2.500 dollari.
Cos’altro aspetti? Alzati dal divano e fiondati in cantina chissà che il tesoro non stia aspettando proprio te!
Se hai bisogno di aiuto per una valutazione contattaci saremo lieti di sostenerti nella vendita del tuo oggetto antico. 

Come fare la vendita oggetti antichi online?

vendita oggetti antichi online

Affidarsi a un esperto e professionista del settore è la scelta migliore per la vendita oggetti antichi online. Prima avrai un’accurata e attenta valutazione e poi una rapida vendita di oggetti e complementi di arredo antichi.

Cosa possiamo fare per te?

Hai una soffitta o una cantina piena di cose che per te sono inutili? Non buttare via tutto! Contattaci Shop Antichità La Pieve sarà lieta di aiutarti e in breve tempo potrai concludere la vendita del tuo pezzo di antiquariato.
Oggi con la tecnologia, ti basta un cellulare con fotocamera e una connessione a internet per una prima valutazione gratuita, la otterrai comodamente a casa tua. Invia delle immagini e una breve descrizione dell’oggetto che possiedi e, in breve tempo, il nostro staff ti contatterà per capire meglio la natura del pezzo di antiquariato e capire cosa fare la vendita oggetti antichi online.

Cosa puoi vendere?

Il nostro occhio è puntato verso tutto ciò che può considerarsi d’antiquariato: dai mobili antichi ai dipinti, dagli oggetti antichi alle ceramiche, dai bronzi ai lampadari passando per sculture antiche, in marmo, legno, bronzo, terracotta, antiquariato orientale, design, mobilio e illuminazione, libri da collezione e anche intere biblioteche, pietre da giardino la lista sarebbe ancora lunga ma si sa l’antico ci riserva sempre delle sorprese e chissà magari ce n’è ancora qualcuna da scovare.  

L’online è il commercio del futuro

Non vorremmo arrenderci a questa idea, perché a noi piace il contatto diretto con il cliente e vedere nel suo volto la scintilla del primo amore quando scopre nel nostro negozio un oggetto o complemento antico di cui si innamora.
Purtroppo o per fortuna, ahimè è così la vendita oggetti antichi online si fa sempre più strada, anche in questo mondo e noi siamo al passo con i tempi, ricordando sempre il passato e le nostre origini.
Siamo specializzati nell’acquisto diretto, con pagamenti immediati e assicuriamo competenza e affidabilità.
Cosa aspetti? Contattaci al 335.6064771 o vieni a trovarci, siamo a Sabbio Chiese in provincia di Brescia.

 

Arredi antichi da giardino, come donare un tocco magico

arredi antichi da giardino

Avere un giardino è di per sé una grande conquista, se poi per arredarlo ci mettiamo il giusto complemento d’arredo antico, un pezzo unico, otteniamo un risultato davvero originale, lasciando tutti i nostri ospiti a bocca aperta.

Statue e busti

Come ti ho spiegato in questo articolo, (art.07) in un ambiente esterno, in cui dominano magari il verde, la luce e gli spazi, tra gli oggetti antichi che più si prestano ad essere da arredo d’antiquariato, troviamo le statue e i busti. Le statue a figura intera hanno sempre il loro fascino, sul mercato possiamo trovare diverse raffigurazioni come un oggetto, una figura umana o un animale, o ancora un’entità astratta, diverso è il discorso dei busti, ovviamente riproducono sembianze umane, dallo sguardo intenso e forme quasi reali.
Oltre al marmo statue e busti da esterno antiche le troviamo in materiali come la ghisa, il ferro battuto o ancora in legno.

Tavoli e sedie

Un must tra i complementi di arredo da giardino sono i “vecchi” tavoli.
Dalle varie forme e dimensioni, ci sono i colorati vintage in ferro battuto anni ’20, oppure gli intramontabili classici in legno come questo, realizzato intorno alla metà del 1900 interamente in breccia rosata, facilmente movibile grazie alle ruote di cui è provvisto. 

Vasche e fontane

Perché non posizionare proprio al centro del nostro giardino una vasca da bagno risalente al XVII secolo? E magari farci un acquario, al suo interno. Tra gli arredi antichi da giardino vasche e fontane padroneggiano la scena.
Per un giardino molto piccolo ti consigliamo di scegliere una fontana semicircolare dalle dimensioni contenute, oppure puoi optare per una vasca da muro con un bel mascherone dal disegno particolare. La maggior parte di queste sono realizzate in marmo e cemento, possiamo anche trovare fontane in ghisa risalenti alla fine del ’800.
Se sei curioso e vuoi scoprire i nostri arredi antichi da esterno o hai da vendere un tuo oggetto antico da giardino, contattaci un esperto ti risponderà nel più breve tempo possibile. 

Statue in marmo vendita, quando un materiale duro prende forma e vita

statue in marmo vendita

Non capita tutti i giorni di vedere un bassorilievo indiano del 1100 o un tabernacolo originale del 1300, nel nostro negozio di antiquariato, Shop Antichità la Pieve, in provincia di Brescia, puoi acquistare o vendere le sculture in marmo antiche o con una rilevanza storica ben precisa.
Ecco un assaggio delle statue in marmo vendita che gelosamente custodiamo e speriamo presto entrino in casa di un amatore di questa nobile arte.

Vendere una statua in marmo

I parametri statue in marmo vendita sono diversi, un Bernini certo non varrà quanto uno scultore ignoto ma, il valore di alcune sculture non dipende solo dal nome dell’artista o dal periodo, la vendita e il valore delle sculture in marmo, sono determinate anche dal materiale in cui sono state realizzate le opere.
Prima di procedere alla valutazione di sculture “vissute” è necessaria una attenta valutazione dello stato della scultura, come per ogni oggetto o complemento di antiquariato, ecco che ti invito a leggere anche questo articolo, su come valutare un oggetto antico (art. 05)

Interno o esterno? Non c’è una regola fissa

Spesso si utilizzano per abbellire i giardini ma chi ha detto che un bel mezzo busto in casa non abbia il suo perché?
Statue in marmo vendita: le grandi dimensioni non aiutano e non creano un senso di armonia in un ambiente piccolo e poco arioso, quindi è cosa giusta per statue o soprammobili importanti, posizionarle in proporzione con la stanza.
In uno spazio aperto, come un giardino, o in un grande soggiorno, le dimensioni della statua potranno essere anche a figura intera. Mentre per gli interni potrai arredare comunque in modo ordinato e armonioso, posizionando più statue in marmo, magari di dimensioni più ridotte.
Che sia all’interno o all’esterno, che voglia vendere o acquistare la statua in marmo o pietra antica, i nostri esperti e periti, potranno aiutarti a valutare la tua statua o a cercare il pezzo che più si avvicina al tuo arredo e al tuo giardino. 

Gli oggetti rari da collezione che un amatore che si rispetti deve avere 

oggetti rari da collezione

Ogni collezionista che si rispetti, dovrebbe avere in casa almeno 5 di questi oggetti che a breve ti elencherò. Vintage, antichi, arcaici, una vecchia soffitta o un box dimenticato possono svelare al loro interno magnifici oggetti che oggi potrebbero valere un sacco di soldi.
Tra francobolli, monete, o ancora vinili e libri in prima edizione, ma non solo tra gli oggetti rari da collezione troviamo anche vecchi bauli o elettrodomestici. Scopriamoli:

Quelli che valgono di più

Tra gli oggetti rari che valgono di più ci sono senz’altro le monete con una bassa tiratura. Un uomo, Robert Lawrence, trovò un penny molto raro, del 1974 che è stato battuto all’asta per ben 2 milioni di dollari. Non ci credevamo neanche noi, ma tra gli oggetti rari da collezione che valgono una fortuna, ci sono i fumetti e le bambole. Il fumetto più costoso di tutti i tempi, è quello in cui appare Superman per la prima volta e “Action Comic” del 1938, un fumetto che poteva valere oltre 2 milioni di dollari ma a causa dello stato in cui si trovava, è stato venduto per 175 mila dollari.

Le pietre introvabili, o quasi!

Le pietre preziose come uno smeraldo di 360 chilogrammi circa, che vale circa 300 milioni di dollari, trovato in una miniera brasiliana, a duecento chilometri di profondità, sono sicuramente tra gli oggetti rari da collezione, introvabili (o quasi), in quanto questo smeraldo viene spostato di continuo e sorvegliato da uomini armati. 

Gli oggetti più comuni

Non avresti mai immaginato ma semplici tappi in sughero di vino o spumante, valgono fino a diverse centinaia di euro e sono collezionabili, se tenuti come una vera e propria raccolta privata.
Ma come si fa a capire di avere un tesoro nascosto in casa? Se pensi di possedere un oggetto raro, collezionabile, fissa un colloquio ti aiuteremo a capire quanto vale e a venderlo nel vasto mercato delle raccolte private.

Valutazione oggetti antichi: qualche consiglio interessante

valutazione oggetti antichi

Il primo gesto che compie chi trova un oggetto antico in antico in cantina, è spesso quello di rivolgersi ad un rigattiere. Niente di più errato, se vuoi avere una valutazione oggetti antichi.
Il rigattiere infatti è colui che si occupa esclusivamente della compra-vendita di oggetti usati, è raro incontrare un rigattiere esperto nel vero senso della parola, di antiquariato.

L’antiquario e il gallerista

Tra le figure più complete e preparate nella valutazione oggetti antichi, troviamo ai primi posti l’antiquario e il gallerista. A fare la differenza sempre, come in ogni ambito e settore, c’è l’esperienza.
Noi di Shop Antichità La Pieve, con oltre quarant’anni di esperienza operiamo nel settore dell’antiquariato, valutando oggetti antichi e considerati “vecchi” rendendoli come nuovi, grazie ai nostri maestri restauratori e ridonando vita e luce nuova ai pezzi di antiquariato. Una professione trasmessa da padre in figlio, con dedizione e passione per la ricerca e lo studio di opere sempre più preziose, che continua ininterrottamente da quasi mezzo secolo.

I periti e i consulenti

Oggi più che ieri, non basta più avere una formazione da autodidatta, ci sono scuole e corsi che ti permettono di diventare un esperto di antiquariato, un perito o un consulente, certo è che bisogna rammentare sempre l’esperienza, perché la suola da sola non basta.
Il pericolo che si incontra più spesso in una valutazione oggetti antichi è quello della contraffazione o di alterazione dell’oggetto, questo potrebbe compromettere il vostro acquisto.
Solo un occhio esperto e vigile non si farà ingannare.
Tra le altre figure, che si avvicinano al mondo della valutazione i oggetti d’antiquariato, possiamo trovare gli storici dell’arte e i restauratori, che conoscono l’oggetto dal punto di vista tecnico-costruttivo, ma a cui manca la parte storico-artistica, che serve appunto ad una corretta valutazione delle opere.

La legge per tutelarsi

A tutela dei clienti i periti o gli antiquari stessi, rilasciano un’attestazione di autenticità dell’opera, che è dovuta per legge e deve essere affidabile, competente e oggettiva.
Se vuoi sapere quanto vale il tuo oggetto antico scrivici o chiamaci al numero 335.6064771, saremo lieti di aiutarti.

 

Camini antichi, ecco cosa c’è da sapere

vendita camini antichi

Che siano del ‘400, più sobri e rigorosi o del ‘800 con orpelli e fronzoli, bere un thè o leggere un libro accanto al fuoco vivo di camini antichi porta con sé un’atmosfera calda e un senso di famiglia.

Stili e materiali

In base all’arredamento della tua casa, troverai senz’altro il camino adatto a te.
I primi camini del 1400 erano realizzati unicamente in pietra, questi oggi, si collocano facilmente in un ambiente moderno e di design, grazie allo stile moderato, con linee semplici e pulite; nel’500, la pietra è ancora la protagonista, iniziamo a notare le prime sculture e bassorilievi, molti spesso raffigurano stemmi di famiglie importanti, di quest’epoca ci impressionano le dimensioni degli antichi camini, in vendita se ne possono trovare alti perfino circa 2 metri, insomma un caminetto decisamente importante.

Rivoluzione del 1600

Il 1600 possiamo considerarlo il secolo della rivoluzione, i camini antichi intraprendono una piccola mutazione, sia nel colore che nelle forme, il materiale che si propaga è il marmo, possiamo trovare quindi antichi focolari in marmo rosa, o in marmo nero, si iniziano a diffondere con più facilità gli intarsi anche questi in marmo persino colorato, il giallo o il rosso tra i più utilizzati.

Lo Stile Luigi XIV

Luigi XIV regnò per ben 72 anni e creò uno stile di camino tutto suo: il caminetto Boudin, famoso in tutto il mondo nel commercio di caminetti d’antiquariato. Nel 1700, questo stile dominò sugli altri, i caminetti erano, lo sono ancora oggi, un complemento d’arredo quasi d’obbligo in una casa nobile o di un agricoltore benestante, oltre ad essere caratteristici, sono anche i più costosi. Il caminetto Boudin, ha un suo proprio stile dalle linee minimaliste, solo di marmo francese. 

Gli ultimi due secoli: 1800 e 1900

Legno, marmo, pietra ceramiche e maioliche, sono i materiali utilizzati con stili che si mescolano e danno vita a camini diversi rispetto ai secoli precedenti, più ricchi di ornamenti e decorazioni.
Se sei indeciso su qual è lo stile che più ti rappresenta e che si avvicina al tuo arredamento contattaci e vieni a scoprire la nostra vendita di camini antichi.

Bassorilievi, busti e statue sono le sculture antiche in legno

sculture antiche in legno

Il maestro falegname

Le statue di Atena, colei che aveva creato la pianta dell’ulivo, furono realizzate con la pianta alla dea sacra, la nobile arte della falegnameria è tra le più antiche e questa viene applicata ai più disparati settori è grazie a loro che ancora oggi troviamo numerosi pezzi di antiquariato e antiche sculture in legno.
Le sculture lignee sono incantevoli, ma non durano per sempre, questo a causa del deterioramento del materiale di cui sono fatte, un materiale vivo: il legno. Oggi vogliamo parlarti di quanta maestria ci vuole, oltre a realizzare e intagliare queste opere d’arte e a mantenerle vive e di originaria bellezza: 

L’arte del restauro

Il primo passo per affrontare un restauro di antiche statue in legno è quello di affidarsi ad un professionista del settore, ma questo lo sapevamo già!
A parte gli scherzi, il primo problema è quello della disinfestazione dai tarli: gli esperti ci insegnano che occorre optare per una disinfestazione anossica, (fonti di umidità rovinerebbero e deteriorerebbero il legno).
Passati 40 giorni circa dalla disinfestazione anossica (si espone la statua all’interno di un ambiente stagno, con elementi ricchi di polvere di ferro che sottraggono ossigeno all’aria, facendo così morire i parassiti, si passa al secondo step, quello della ricostruzione.

I Restauratori

I Restauratori, con la erre maiuscola, utilizzano del legno vero, come quello di tiglio per ricostruire i pezzi che sono andati persi perché distrutti a causa dei tarli, oppure perché alcune parti delle statue si sono particolarmente usurate, le più comuni sono le dita delle mani, dei piedi o i nasi. Altri invece utilizzano materiali sintetici di ultima generazione.

Il consolidamento e finitura

Magari ti sarà capitato di trovarti tra le mani un braccio di Cristo, è arrivato il momento del consolidamento, penultimo momento del restauro delle antiche statue in legno, ovvero rincollare pezzi della statua che con il tempo di son staccati.
La colla vecchia con il passare del tempo si cristallizza: occorre rimuovere la colla vecchia e incollare le parti con colla nuova. I maestri falegnami utilizzano di solito colla di bue. Infine, ultimo passaggio è la finitura, vale a dire le stuccature, i riempimenti e i ritocchi pittorici. Il ritocco per essere perfetto deve essere invisibile.
Che aspetti vieni a trovarci o contattaci per toccare con mano le nostre statue antiche in legno.

 

1 2 17