Arredi antichi da esterno

Arredi antichi da esterno

La primavera è ormai avviata e le giornate più calde ci invogliano a trascorrere del tempo all’aria aperta. Volete valorizzare il vostro giardino o spazio esterno? Perché non pensare a un tocco elegante e di classe come degli arredi antichi, per creare uno spazio raffinato dove accogliere i gli ospiti o come zona di relax per il vostro tempo libero?

Iniziate subito! Sulla vetrina online del nostro sito potrete trovare vari articoli interessanti e arredi antichi da esterno, appunto, per riqualificare il vostro giardino, il portico o la veranda. Se amate l’antiquariato e il vostro gusto propende per oggetti di valore che raccontino il passato, avrete davvero l’imbarazzo della scelta.

Quali arredi antichi vi piacerebbero?

Cominciate con lo stilare una lista di cosa vi servirebbe per arredare il vostro giardino: cosa vi piacerebbe trovare, quali arredi antichi vi stuzzicano maggiore interesse? Per esempio, vi piace l’idea di un tavolo con sedute in pietra? O preferite una statua in pietra antica? Oppure una fontana in pietra?

Per abbellire il vostro giardino con elementi unici e speciali potete scegliere tra tante proposte d’arredo, per esempio un vecchio pozzo, degli attrezzi agricoli di valore, delle colonne antiche, un tavolo in marmo… Spazio alla fantasia, per creare il vostro stile e rendere più bello e speciale il vostro spazio all’aperto.

Qualche idea pratica?

Il pozzo da giardino è un’icona di semplicità che si è trasformata nel tempo in un complemento d’arredo esclusivo e di forte impatto visivo. È un qualcosa di molto scenografico. L’acquisto di un modello antico, tuttavia, permette di unire i vantaggi estetici al prestigio dell’esposizione di un oggetto d’arte di grande valore.

Il fascino delle sculture in pietra e la naturalezza delle parti in legno o in metallo rappresentano le caratteristiche salienti dei pozzi antichi da giardino; arredi iconici come quelli citati consentono di trasformare un semplice spazio verde in una scenografia da cartolina. Date un’occhiata al nostro shop online e le idee non vi mancheranno!

 

Mobili antichi online

Mobili antichi

Cosa serve per vendere mobili antichi? Non solo la disponibilità degli oggetti, i mobili appunto, ma sono necessarie alcune doti in più che per noi si identificano nella conoscenza, nella pazienza e nel buon gusto.

Solo chi ha confidenza e conoscenza del settore può fare questo mestiere. Senza pazienza è difficile trovare pezzi interessanti e reperire informazioni su di essi. Senza gusto non è possibile scegliere e selezionare i pezzi migliori per i clienti.

Sono tante le domande che una persona con poca familiarità e conoscenza del settore si può porre. Vendere online non è così semplice come può sembrare. Non basta caricare un oggetto su un portale. Servono esperienza, pazienza, conoscenza, immagini di qualità e una buona capacità descrittiva e di valutare i pezzi in vendita.

Come vendere mobili antichi?

Quando ereditate una casa da un parente, la prima cosa che vi chiedete nel trovare oggetti e mobili antichi è se conviene vendere online oppure se è il caso di andare da un privato o da un rivenditore. E poi come stimarne il valore? Sarà autentico? Quanto potrà valere?

Tante domande che chi non ha familiarità con tali oggetti si trova a porsi, in maniera scomposta e disorientata.

La soluzione migliore è trovare una persona esperta e competente, di cui potersi fidare. Per questo ci siamo noi di Antichità La Pieve, per seguirvi e consigliarvi.

Per prima cosa, per accelerare i tempi, potete preparare del materiale fotografico di buona qualità per consentirci di valutare adeguatamente l’oggetto.

La vendita online

Se decidete di vendere online, è sempre meglio optare per chi nel settore ha esperienza, per un rivenditore affidabile, con un magazzino adeguato, che possa accogliere i vostri mobili.

Il nostro negozio online Antichità La Pieve vanta un’esperienza ultraventennale e una passione per tutto ciò che è antico: mobili, statue, dipinti del XIX e del XX secolo, sculture in legno, in bronzo, in terracotta, pietre da giardino e per ristrutturazioni, camini antichi, pozzi, colonne, arredi e oggettistica in generale.

Siamo specializzati nell’acquisto direttamente da privati, come voi, con pagamenti immediati. Garantiamo competenza, serietà e sicurezza a chiunque desideri vendere singoli oggetti di valore o intere eredità. Selezioniamo e proponiamo ai nostri clienti pezzi unici, sempre in linea con i prezzi di mercato, e il nostro magazzino è in continua evoluzione, con arrivi giornalieri.

Questo ci permette di accogliere nuovi mobili o oggetti antichi e di soddisfare anche le esigenze più particolari, assicurando massima professionalità per la soddisfazione dei nostri clienti.

Oggetti antichi in bronzo

Oggetti antichi in bronzo

Ampiamente usato nell’arte, il bronzo ha trovato nel tempo diversi usi, in settori differenti, tra cui quello degli arredi. Se era molto utilizzato al tempo dei romani per le sculture, è poi stato riscoperto per la realizzazione di vari oggetti, statue, suppellettili, porte e portoni e anche per la creazione di medaglie e bassorilievi. Risalgono al periodo barocco i primi esempi di ornamenti per mobili e lampadari creati con questo materiale; più tardi nell’Ottocento fu usato anche per decorare le porcellane.

Perché il bronzo è tanto amato?

Il bronzo è una lega composta da rame e stagno, apprezzata per le sue buone qualità.

È un materiale più resistente alla corrosione – specialmente da acqua di mare – e più elastico da lavorare dell’acciaio, inoltre resiste bene alla fatica, è uno dei migliori conduttori di calore ed elettricità e ha buone caratteristiche meccaniche.

I bronzi vengono usati per numerose applicazioni, dalle monete alle medaglie, dall’oreficeria alle campane. In ambito artistico è molto amato per la sua capacità di espandersi leggermente prima di diventare solido, il che permette di riempire eventuali vuoti dello stampo e dare più valore ai dettagli scultorei voluti dall’artista. Gli oggetti antichi e le sculture in bronzo hanno il pregio di essere più dettagliati e levigati, adatti quindi a impreziosire posti raffinati.

Oggetti antichi in bronzo

Appassionati e collezionisti possono trovare negli oggetti antichi in bronzo pezzi di estrema eleganza. Sono articoli solitamente di innegabile fascino, adatti ad arredare ambienti diversi, con stile. Tra gli oggetti d’antiquariato in bronzo più apprezzati dai collezionisti spiccano le statue e i busti, ma anche altri oggetti decorativi quali tondi, vasi e anfore.

Sul nostro sito potete trovare un’ampia e interessantissima scelta di oggetti antichi in bronzo, a seconda dei vostri gusti e degli ambienti che desiderate impreziosire.

 

Statue ellenistiche

Scultura ellenistica

Una statua in un giardino esprime un tocco di classe e imponenza, se è una statua ellenistica ancora di più.

Le opere d’arte, di qualsiasi periodo e tipologia, rappresentano sempre una soddisfazione estetica per chi ama il bello e desidera impreziosire la propria casa. E se le opere di scultura moderne sono soggette a mode e stili che passano, che potrebbero poi non piacere in futuro a un potenziale acquirente, la scultura classica, ellenistica in particolare, è intramontabile. Passate attraverso i secoli, queste opere di perfezione sono destinate a rimanere per sempre.

Nell’antica Grecia

Le sculture ellenistiche, ai tempi degli antichi Greci e della loro espansione in Asia e nel Mediterraneo, rispondevano a un culto della perfezione anatomica oltre che della potenza umana. La scultura era simbolo della poetica ellenistica, con sperimentazioni e innovazioni continue, che resero le opere del tempo già assai moderne, anticipando caratteristiche poi riprese nei secoli successivi. L’arte ellenistica si sviluppò all’incirca dal 320 a.C. al 31 a.C., quando sotto i colpi dei Romani capitolava l’Egitto di Cleopatra, l’ultimo regno ellenistico indipendente e la Grecia perdeva la sua autonomia come provincia. Nel periodo precedente, con Alessandro Magno, l’arte ellenistica si era diffusa in tutta l’Asia, simbolo con le sue sculture di potere e fasto.

Naturalismo perfetto

Opere di un naturalismo mai visto, con una muscolatura perfetta che ammalia chi le osserva. Corpi sapientemente scolpiti, nel vero senso della parola, continuamente tendenti alla perfezione, in un connubio di dinamismo, forme e pathos.

La celebre “Vittoria Alata” (in origine collocata sulla prua di una nave), rinvenuta nell’isola greca di Samotracia nell’Ottocento e oggi conservata al Louvre di Parigi, se pur senza testa e braccia, esibisce un corpo magnificamente scolpito, la cui fisionomia si intravvede sotto le vesti, tecnica in cui i greci eccellevano.

Se siete alla ricerca di una o più statue ellenistiche per il vostro giardino, l’atrio o il porticato della vostra dimora, il consiglio è di rivolgervi a un antiquario specializzato, che sarà in grado di consigliarvi l’oggetto giusto e, soprattutto, di certificare la provenienza dell’opera.

Pozzi antichi da giardino

Pozzo antico da giardino

Tra gli innumerevoli elementi con cui è possibile arredare il proprio giardino ci sono statue, fontane, vasche, pilastri, colonne, tavoli in pietra e pozzi.

I pozzi antichi da giardino abbelliscono l’ambiente esterno conferendo una nota di fascino, un tocco di romanticismo “d’altro tempo”. A loro volta, se usati solo con una funzione estetica, possono essere arricchiti con piante e fiori.

Oggi i pozzi sono oggetti ornamentali, ma nell’antichità svolgevano una importantissima funzione. Tramite essi si poteva prelevare l’acqua dal sottosuolo per usi domestici. Era insomma una fondamentale fonte di vita quotidiana.

Il pozzo ha una lunga storia

Il pozzo ha una storia lunga da raccontare: le sue origini risalgono a tempi più remoti, quando scavare un pozzo era l’unica soluzione per avere acqua da bere, per lavarsi e cucinare, oltre che per innaffiare il giardino, l’orto o il campo.

Le tecniche per realizzare un pozzo sono evolute nei secoli. Una volta non esistevano i controlli sulla potabilità dell’acqua, che oggi sono essenziali perché permettono di usare acqua sicura per fini domestici e non solo.

Con il passare del tempo le tecniche per scavare un pozzo si sono fatte sempre più avanzate e il pozzo è diventato una soluzione diffusa da quanti avevano necessità, per esempio, di irrigare un campo, l’orto o il giardino, o anche di riempire la loro piscina. Sempre però dopo aver sottoposto l’acqua del pozzo a specifiche analisi, per assicurarne la sicurezza d’uso.

Il valore estetico del pozzo

Vi ricordate i pozzi antichi? L’acqua non si tirava su con motorini elettrici ma con una semplice carrucola alla quale era legato il secchio, che scendendo in profondità si riempiva d’acqua.  Oggi si può sfruttare anche la corrente per estrarre l’acqua, senza alcuna fatica.

Altri tempi, altre funzioni. Oggi non è più un oggetto di utilità quotidiana, ma rimane il valore estetico e ornamentale del pozzo: un elemento di classe, che abbellisce il giardino e gli conferisce un aspetto raffinato e antico, in uno spazio piacevolmente bucolico.

 

Oggetti antichi in vendita

Oggetto antico in vendita

A chi ci chiede quale sia il nostro lavoro, amiamo rispondere che è “dare nuova vita agli oggetti che hanno storie antiche da raccontare”.

Antichità, antiquariato, mobili, ceramiche antiche, lampade antiche, lampade d’arredo, statue, fontane, pozzi, camini… Sono davvero tanti gli oggetti d’antiquariato e complementi d’arredo antichi che potete trovare o vendere affidandovi al nostro servizio e shop online.

Grazie all’esperienza maturata in quasi cinquant’anni di attività Antichità La Piene è in grado di proporre ai clienti pezzi unici, frutto di una attenta e scrupolosa selezione, sempre in linea con i prezzi di mercato.

Oggetti antichi in vendita: come?

Se cercate oggetti antichi in vendita, Franco Tisi opera da una vita nel settore dell’antiquariato, proseguendo la professione paterna con dedizione e passione per la ricerca e lo studio di opere sempre più preziose.

La vendita di oggetti antichi consente a collezionisti e agli appassionati di acquistare oggetti unici. Gli antiquari acquistano e rivendono oggetti antichi provenienti da collezioni personali ed eredità. Gli oggetti antichi possono essere messi in vendita anche sullo shop online dell’antiquario e sulla nostra vetrina potete trovare molti esemplari di valore e fascino.

Solitamente chiediamo l’invio di fotografie in buona risoluzione per poter valutare l’oggetto e contattare il potenziale venditore.

Cosa siamo interessati ad acquistare?

Antichità La Pieve, per la sua lunga esperienza, è specializzata nell’acquisto direttamente da privato di varie tipologie di oggetti antichi:

  • mobili antichi da arredo
  • dipinti antichi e del XIX secolo
  • oggetti antichi, ceramiche, bronzi, lampadari
  • sculture antiche, in marmo, legno, bronzo, terracotta
  • antiquariato orientale
  • design, mobilio ed illuminazione
  • libri da collezione, ed anche intere biblioteche
  • pietre da giardino: statue, fontane, vasche, pozzi, pilastri, colonne
  • camini in pietra e marmo di tutte le epoche.

Per maggiori informazioni o per proporci la vendita di uno di questi oggetti antichi, non esitare a contattarci.

Fontane antiche in pietra

Fontana antica in pietra

Se amate uno stile classico e antico, potreste valutare di inserire nel vostro giardino o spazio esterno una fontana antica in pietra o in marmo.

Sul nostro sito potete trovare alcuni esemplari di fontane antiche in pietra e scegliere quella più adatta al vostro contesto architettonico e al vostro stile.

Le fontane, sin dall’antichità, sono sempre state considerate elementi ornamentali di una certa eleganza, destinate sì a regolare l’efflusso di acqua da una sorgente o da un acquedotto, ma anche ad aggiungere una bellezza estetica al luogo.

Oriente e Occidente: dai laghetti alle fontane

L’acqua del resto è da sempre simbolo di vita, purificazione e spiritualità. Nei giardini del paradiso si immaginano fontane zampillanti. L’acqua che scorre rilassa e infonde benessere.

Nei giardini d’Oriente, soprattutto in Cina e Giappone, non è mai esistito uno spazio verde senza acqua, ma non tanto fontane quanto sorgenti, laghetti, ruscelli, che si trovano ancora oggi in ville e palazzi di un certo livello.

Invece nel mondo occidentale, l’acqua è sempre stata immaginata e adoperata “in movimento”, abbinata a strutture architettoniche o scultoree di pregio. I romani avevano nei giardini vasche di marmo decorate con “cascatelle” d’acqua o, nell’atrio delle ville, le famose vasche per raccogliere l’acqua piovana (l’impluvium).

Le fontane nel Rinascimento

È nel Rinascimento che le fontane diventano a tutti gli effetti elementi ornamentali architettonici, di una certa complessità, espressione della creatività artistica di grandi scultori, protagoniste indiscusse di lussureggianti giardini. Figure mitologiche, flora e fauna, varie forme di sculture riversano zampilli d’acqua in bacini e cascate con vasche dalle forme più fantasiose.

Il carattere più spirituale e allegorico, tipico dell’acqua nel Medioevo e nell’Umanesimo, passa un po’ di moda nei secoli con l’avvento delle “composizioni idrauliche” più ricercate e complicate, arricchite di meccanismi, grazie all’abilità di moderni ingegneri: arriva il tempo dei cosiddetti automi alimentati ad acqua, con uccelli canterini, musica di sottofondo, animali in movimento, ecc.

L’Ottocento, il secolo delle fontane

Le fontane nei giardini privati e nei parchi pubblici “esplodono” nell’Ottocento, anche se forme con più stilizzate, semplici e contenute, e un rapporto più contemplativo e intimo nei confronti dell’acqua. Una grande villa non poteva non avere un parco con delle fontane in pietra o in marmo.

Oggi le fontane, soprattutto le fontane antiche in pietra, che magari custodiscono una storia, sono ancora elementi intriganti, di fascino e maestosa bellezza. L’acqua che scorre è uno dei suoni più soavi da ascoltare in un giardino, capace di rilassare la mente e conciliare il sonno.

 

Vendita di mobili antichi online

Vendita mobili antichi

Per vendere mobili antichi occorrono due cose: pazienza e conoscenza. Se non hai confidenza con il settore, un minimo di esperienza e pazienza nel cercare informazioni per capire il valore dell’oggetto, vendere mobili antichi potrebbe risultare molto difficile.

Quante persone ereditano da un parente più o meno lontano case e mobili antichi? Quanti se ne intendono e quindi sono in grado di valutare e, poi, di vendere questi beni?

Sono tante le domande che una persona con poca familiarità col settore si può porre.

Tante domande

Per esempio: da dove comincio? È meglio vendere online, a un privato o a un rivenditore? Come faccio a determinare il valore? Di che dati e informazioni ho bisogno per stabilire che è autentico? E, a cascata, tanti altri quesiti.

Per rispondere c’è sempre bisogno di una persona competente, di fiducia. Non è, infatti, facile riuscire a vendere a un rivenditore di antichità. Dipende dal tipo di oggetto, dalla dimensione e dallo spazio che occupa e, non da ultimo, dal suo valore (che lo rende più interessante). Non tutti hanno la possibilità di prendere un mobile antico di grandi dimensioni nel proprio negozio. E non tutti hanno un magazzino capiente.

Da dove partire?

Il primo passo è trovare rivenditori fidati che se ne intendano. In questo modo, quando si decide di vendere il mobile antico, si può stare tranquilli di spuntare il giusto prezzo.

Il secondo passo è cercare online siti e case d’aste per verificare che valore può avere il mobile in questione, quanto è raro, capire un po’ che interesse può suscitare, per farsi un’idea della sua vendibilità.

Importante è anche illustrare al meglio il mobile antico con immagini di qualità, con una buona luce, fare scatti che rappresentino i vari dettagli e più punti di vista, per rappresentare bene l’oggetto e renderlo più appetibile.

Vendere mobili antichi all’asta è, in generale, il metodo più conosciuto, ma occorre essere informati su tutti gli oneri correlati alla vendita (commissioni, elenchi, foto…) e avere ben chiare le proprie responsabilità e i costi.

La vendita online

Se si decide di vendere online, allora occorre affidarsi a un rivenditore affidabile, con un magazzino adeguato.

Il nostro negozio online Antichità La Pieve vanta un’esperienza ultraventennale e una passione per tutto ciò che è antico: mobili, dipinti del XIX e del XX secolo, sculture in legno, in bronzo, in terracotta, pietre da giardino e per ristrutturazioni, camini antichi e oggettistica in generale.

Siamo specializzati nell’acquisto direttamente da privato, con pagamenti immediati, e garantiamo competenza, serietà e sicurezza a chiunque desideri vendere singoli oggetti di valore o intere eredità. Selezioniamo e proponiamo ai nostri clienti pezzi unici, sempre in linea con i prezzi di mercato, e il nostro magazzino è in continua evoluzione, con arrivi giornalieri. Questo ci permette di accogliere nuovi mobili o oggetti antichi e di soddisfare anche le esigenze più particolari, garantendo sempre massima professionalità.

 

 

Quadri dell’Ottocento

Quadro dell'Ottocento

Il fascino intramontabile dell’Ottocento è raccontato attraverso i quadri di quest’epoca appassionata. Sono tutt’oggi molto ricercate le opere d’arte del Romanticismo e degli esponenti di Impressionismo e Divisionismo.

La natura protagonista

Tra Settecento e Ottocento l’arte è una svolta. Si afferma una nuova concezione del paesaggio: la natura con tutta la sua forza rigogliosa e dirompente diviene protagonista del dipinto. Se in passato era stata sfondo, supplemento delle rappresentazioni, ora è centrale, in primo piano. Paesaggi agresti e marini, fiumi, alberi, vallate e dirupi spiccano nei quadri dell’Ottocento, mentre le figure umane si fanno sempre più piccole e passano in secondo piano, fino a scomparire nell’immensità straordinaria di Madre Natura. Una natura non sempre benevola, energica, talvolta spiazzante.

Le sensazioni nell’arte

Gli artisti romantici nei primi anni dell’Ottocento iniziarono a dubitare delle certezze religiose e dei dogmi razionalisti dell’Illuminismo. Se nei quadri del Settecento uomo e natura erano in perfetta armonia e la natura sottostava all’uomo, obbedendo alle leggi della ragione, nell’Ottocento la natura è energia e l’essere umano è fragile. È in questo secolo che si sviluppa l’idea che per rappresentare il vero occorre trasmettere sensazioni. L’uomo è solo davanti alla natura e talvolta si sente impotente, la osserva, si emoziona.

Artisti come Turner e Van Gogh scoprirono come l’immagine del mondo reale fosse generata da un’impressione: gli oggetti erano visioni filtrate dalla percezione soggettiva, non c’era nulla di certo e ben definito.

La pittura “dal vero”

L’artista romantico per realizzare i suoi quadri sposta colori, pennelli e tele all’aria aperta e qui dipinge “dal vero”, ritraendo la realtà in momenti di vita sociale, scene naturali, luoghi della quotidianità. E, soprattutto, l’artista dell’Ottocento comprende che per rappresentare la realtà occorre confrontarsi con essa e andare oltre la pura immaginazione. Per cui i quadri dell’Ottocento nascono da questa immersione totale nel paesaggio. Nello studio si completano i quadri grandi o si eseguono i ritratti, ma il vero atelier è fuori.

La rapidità dell’esecuzione

Per cogliere la sensazione, la rivelazione (l’epifania), diventa importante, oltre all’osservazione, anche la rapidità dell’esecuzione: il dipinto è realizzato tutto in una volta, con pennellate veloci, leggere e intense.

Il moto ondoso del mare, un fiume impetuoso, l’aridità della campagna d’estate: tutto in natura diviene fonte di emozioni e di ispirazione.

È l’epoca del “Gran Tour”, i viaggi intellettuali dei giovani borghesi. E nell’arte ottocentesca troviamo “cartoline” di posti ameni come porticcioli, piccoli borghi, castelli o rovine storiche.

Il pittore “memorizzava” il paesaggio e realizzava velocemente la veduta, per conservare impresso nella memoria quanto aveva visto e poi, attraverso pennellate rapide, con giochi di luce e sfumature di colore, ricreava quelle atmosfere che oggi – sappiamo – contraddistinguono i quadri dell’Ottocento.

Colonne in marmo antiche

Colonne in marmo

Una architettura, sia internamente che esternamente, è valorizzata dalla presenza di colonne in marmo antico.

Le colonne e le balaustre in marmo possono trovare spazio sia in un grande salone, nell’ingresso di una villa o nel porticato. Da vedere, danno un senso di eleganza senza tempo. È quel tocco classico e luminoso, che non passerà mai di moda. La presenza di colonne antiche conferisce qualità, carattere e raffinatezza a un progetto architettonico.

Colonne classiche

Dal vostro gusto dipenderanno la scelta e, di conseguenza, gli abbinamenti tra i diversi stili di colonne classiche: Dorica, Jonica, Toscanica o Corinzia. Una villa che dall’esterno mostra delle colonne antiche in marmo denota una certa importanza e comunica già dall’esterno uno stile elegante e classico. Un’atmosfera che dovrà poi trovare continuità all’interno, per esempio attraverso balaustre in marmo bianco di Carrara o marmo rosso di Verona o di Levanto, da collocare come portavasi o piedistalli per sostenere particolari sculture o vasi di valore.

Il più amato

Il marmo è un materiale storico: è una delle pietre più belle e apprezzate dagli antichi. Greci e Romani lo amavano e lo scelsero per le loro architetture grazie alla sua luminosità e solidità, morbido e facile da lavorare, ma destinato a indurirsi con il tempo. Da Michelangelo a Canova, i grandi scultori italiani affidarono proprio al marmo le loro creazioni.

Gli architetti ancora oggi scelgono il marmo per la capacità che esso ha di riflettere la luce – soprattutto se bianco – così limpido, traslucido e al tempo stesso denso. Colonne in marmo, statue, vasellame, soprammobili e centrotavola, pareti e pavimenti in marmo sono tutt’oggi molto ricercati e apprezzati nell’interior design, per la loro unica e straordinaria capacità di dare luce all’ambiente circostante e trasmettere un senso di fine e ricercata raffinatezza.

Nella scelta degli elementi decorativi, in sintonia con il progetto di interior design studiato per la vostra casa, villa o ambiente di lavoro, potrete trovare diversi spunti interessanti nel nostro shop online.

 

 

1 2 12